Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Matera / MATERA21L - Il Comune dei quartieri

MATERA21L - Il Comune dei quartieri

Il progetto MATERA21L vuole promuovere azioni a sostegno dell'informazione e della partecipazione del pubblico come indicato al punto 1.2 delle Linee Guida del Bando del Ministero dell'Ambiente. In particolare, i campi d'azione individuati sono l'attività di informazione e la predisposizione di indicatori di sviluppo sostenibile locale. In particolare, gli indicatori sono finalizzati alla realizzazione di un report sullo Stato dell'Ambiente e la predisposizione di un Osservatorio sull'Ecosistema Urbano. La sensibilizzazione verso la comunità locale, occuperà i primi 6 mesi del progetto e prevede la formazione dei funzionari comunali, una campagna pubblicitaria e la creazione di un apposito sportello A21L. A questa prima fase seguirà una serie di incontri, distribuiti in 4 mesi, tra i funzionari dell'amministrazione comunale e gli abitanti dei diversi quartieri della città; obiettivo di questa azione è favorire una dinamica di concertazione tra gli attori sociali, di tipo pre - forum. Tale attività favorirà nel breve e medio termine, la realizzazione di un report sullo stato dell'ambiente del territorio, con l'individuazione di indicatori ambientali di fattori di disturbo dell'ecosistema urbano. Perchè ciò avvenga sarà necessario implementare nuovi processi decisionali che favoriscano l'accessibilità al pubblico di tutti i livelli di programmazione, pianificazione e gestione. Così, l'Amministrazione Comunale potrà avviare un "Osservatorio permanente sull'Ecosistema Urbano" attraverso il quale pianificare la valorizzazione, il recupero ambientale e urbanistico dell'ecosistema città.

Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L (2000)
Consorzio Sudest, Ecosistemi, Basentech
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Strategie partecipate e integrate
08/01/02
18
€ 254.097
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente del 60% pari a 153904,16 euro
No file
No file
No file
No file
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.