Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Lucca / PARCO FLUVIALE DEL SERCHIO. UN PARCO URBANO PER LUCCA

PARCO FLUVIALE DEL SERCHIO. UN PARCO URBANO PER LUCCA

L’idea di realizzare un Parco lungo il fiume è riferibile già ai primi anni dell’800, con la necessità di impedire le periodiche alluvioni del Serchio e di fornire strutture di abbellimento al paesaggio. Oggi più che in passato i cittadini sentono la necessità di avvicinarsi al fiume per riconquistare spazi e migliorare la qualità di vita. La costituzione del Parco Fluviale contribuendo concretamente alle condizioni di vivibilità del territorio ed alla riqualificazione ambientale, consentirà agli abitanti di riappropriarsi di spazi aperti in grado di svolgere una funzione stabilizzante e protettiva. Il perimetro del P.F. è definito sulla base di caratteri ambientali e paesaggistici generali e comprende gli ambiti relativi all’alveo del fiume, le aree golenali, le aree agricole limitrofe le aree comprese tra la città storica ed il fiume. Complessivamente la superficie del P.F. si estende per 700 h. ca. Il Parco Urbano rappresenta una scelta, nel processo di riqualificazione di questa parte della città, per la realizzazione di aree verdi di alto valore ecologico ambientale e per una efficace gestione del territorio. E’ quindi concepito come infrastruttura urbana, come inizio di un miglioramento ambientale oltre ad essere possibilità per nuove occasioni di lavoro. Con la viabilità di accesso alle infrastrutture ed ai servizi, è stata progettata la possibilità di poter raggiungere qualsiasi zona di ingresso al parco sia con i mezzi pubblici che privati, escludendo il transito carrabile . Alcuni tratti della viabilità interna al parco scendendo leggermente al di sotto del piano di campagna, consentono la realizzazione di scavalcamenti con passerelle pedonabili/ciclabili, i percorsi permettono di frequentare il parco ed allo stesso tempo costituiscono una viabilità alternativa a quella carrabile, evitando di transitare su strade ad intenso traffico. L’istituzione del parcheggio di ingresso e lo sfruttamento di altri costituiranno punti di interscambio auto/pedone/bicletta. Nelle aree attrezzate, sono previsti spazi verdi sia come accesso al parco sia come localizzazione di attrezzature come piste di pattinaggio, pista skate-board, spazi giochi ecc.L’indirizzo per la fruizione didattico ricreativa, prevede la conoscenza e la valorizzazione dell’habitat fluviale tramite l’individuazione di una zona che meglio presenta le caratteristiche di ecosistema, attraverso percorsi botanici e la programmazione di una didattica naturalistica.Il Parco dei bambini riserverà conoscenza e sperimentazioni scientifiche e naturalistiche differenziate in età prescolare e ragazzi fino a 13 anni. Le proposte di attività sportive a completamento delle strutture già esistenti prevedono percorsi ciclabili, percorso vita, pista allenamento mountain bike, percorso lungo il fiume per canoa e kayak ecc.
Il Parco Urbano nell’ambito del Parco Fluviale del Serchio, costituiscono una precisa risposta dell’Amministrazione Comunale all’esigenza di riqualificazione ambientale di un’area ed alla necessità dei cittadini di fruire di nuovi spazi. La metodologia seguita per la progettazione ecologica delle aree urbane alla base del Progetto Parco, è basata sui più recenti avanzamenti teorici dell’ecologia del paesaggio. Di grande rilievo, è da considerare la realizzazione delle piste ciclabili lungo il fiume, risultate immediatamente come nuovo spazio fruibile per i cittadini. Anche la valorizzazione, dell’habitat fluviale, recentemente iniziata con le Domeniche Ecologiche 2001 con visite guidate, è subito apparsa come iniziativa gradita e seguita.
None
Area periferica
Da 10.000 a 100.000 abitanti
0
Territorio e Paesaggio
01/06/00
24
€ 4.735.910
0
LIFE
None
Maurizio Tani
None
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.