Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Lucca / Agenda 21 centro storico - Lucca

Agenda 21 centro storico - Lucca

Coerentemente con la decisone di aderire alla Carta di Aalborg e alla Carta di Ferrara, alla “European Sustainable Cities & Towns Campaign” ed al Coordinamento Agende 21 Locali italiane, l’Amministrazione comunale si è posta con questo progetto l’obiettivo di attivare sul proprio territorio un processo di Agenda 21. In quest’ottica, il progetto si prefigge la realizzazione di un Sistema di Gestione Ambientale che sia conforme e certificabile secondo la norma UNI EN ISO 14001. Sarà pertanto predisposta una relazione sullo stato dell’ambiente e si effettuerà una contabilizzazione degli elementi di qualità ambientali finalizzati alla certificazione ambientale. Il territorio interessato è quello del CENTRO STORICO di LUCCA, includendo le Mura Urbane e gli spalti sottostantiSin dall’inizio sarà costituito un Forum rappresentativo dell’intera cittadinanza, che verrà coinvolto in tutte le tappe del percorso. Particolare attenzione sarà infine dedicata all’azione di diffusione dei risultati del progetto. La costruzione di un’iniziativa partecipata, che punta ad ottenere il consenso e la collaborazione di tutti i soggetti interessati, e l’informazione sui risultati ottenuti, sono infatti obiettivi fondamentali del progetto ed elementi essenziali per il successo dei processi di Agenda 21 locale, nonché per la riproducibilità del progetto in altri contesti.
Un SGA ISO 14001 permetterà all'Amministrazione di affrontare unitariamente le problematiche ambientali del proprio territorio, comprendere i legami esistenti con le dimensioni economica e sociale, avere un quadro coerente per trattare tali tematiche in maniera pianificata, continua e coordinata. Servirà inoltre a promuovere programmi di intervento finalizzati alla riduzione dell’inquinamento acustico e atmosferico ed a incentivare iniziative volte alla diversificazione dell’offerta turistica e alla redistribuzione dei flussi. Consentirà infine di raggiungere una serie importante di obiettivi di sostenibilità, quali accrescere la qualità dell’ambiente locale, avendo cura in particolare del patrimonio culturale, degli edifici e degli spazi pubblici; gestire la domanda di risorse da parte dei cittadini riorientandola piuttosto che soddisfacendola; ridurre le emissioni inquinanti nell’atmosfera.
Centro storico
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Strategie partecipate e integrate
01/12/01
12
€ 71.478
Sono stati richiesti fondi ministeriali per il co-finanziamento del progetto.
Maurizio Tani
94_34.doc — 94 KB
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.