Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Lecco / MOSEF - MObilità Sostenibile per la città di LEcco del Futuro

MOSEF - MObilità Sostenibile per la città di LEcco del Futuro

Dal 1999 il Comune di Lecco ha avviato il processo di Agenda 21 Locale. L'impegno profuso ha permesso la realizzazione del primo "Piano Ambientale della Città di Lecco - Rapporto sullo stato dell'ambiente" - RSA -, delle "Linee Guida per il Piano d'azione Ambientale" - PAL -, del questionario "Agenda21 città di Lecco" sulla percezione ambientale dei cittadini di Lecco ed infine un sito specifico per Agenda 21 Locale - www.comune.lecco.it -. Dal punto di vista organizzativo, il processo è promosso dall'intera Amministrazione Comunale, con particolare riferimento all'Assessorato competente e all'Agenzia comunale Agenda 21. Fulcro di tutte le iniziative è il Forum Civico permanente e tutta una serie di organismi partecipativi da esso articolati quali i Gruppi Tematici, il Gruppo di Coordinamento, il Comitato Scientifico. Il percorso sino a qui condotto ha evidenziato sia attraverso gli strumenti tecnici del RSA e del PAL, sia attraverso le indagini mirate condotte presso gli stakeholder - questionario ed interviste -, come assoluta priorità la necessità di approfondire il tema della mobilità sul territorio di Lecco, in connessione al suo impatto ambientale in termini di inquinamento e di sicurezza, individuando una serie di interventi mirati ad una maggiore sostenibilità. Lo sviluppo urbano di Lecco avvenuto negli ultimi decenni ha comportato la quasi totale saturazione delle areee di pianura e causato evidenti problemi di traffico e congestione con conseguenze di parziale compromissione della qualità urbana e delle risorse paesistico-ambientali. Il PAL, in tal senso, individua alcuni obiettivi tra cui la riduzione dell'utilizzo di auto private "a basso carico", la fluidificazione del traffico, l'aumento dell'offerta di soluzioni alternative all'auto privata - trasporto pubblico, ciclopedonale, car-pooling, car-sharing ecc. -, la riduzione delle emissioni dal parco veicolare pubblico. Le azioni che in tal senso vengono proposte nel PAL, vanno dalla gestione della sosta, al piano degli orari, all'interscambio dei trasporti pubblici e del sistema tariffario integrato, fino all'individuazione di percorsi pedonali e ciclabili.Il progetto MOSEF ha lo scopo di costruire scenari progettuali a partire dalle azioni proposte nel PAL e di valutarne la prefattibilità in un'ottica di costi-benefici integrando gli aspetti socio-economici con quelli ambientali e sociali. La metodologia messa a punto in MOSEF consentirà quindi, attraverso opportuni indicatori, di stimare l' "efficienza" dei progetti proposti, di ottimizzarne i punti di forza ed evidenziarne i punti di debolezza.Tra gli esiti di MOSEF, oltre alla produzione di una metodologia generale applicabile a tutta la pianificazione di settore, sarà redatta una valutazione integratata della prefattibilità di alcuni scenari di progetto mirati ad una maggiore sostenibilità della mobilità urbana della città di Lecco, contenente anche delle linee guida per l'integrazione e l'approfondimento degli scenari studiati all'interno della pianificazione locale, a partire dal Piano Urbano della Mobilità proposto nel PEG - Piano Esecutivo di Gestione - del 2003. Alcuni passaggi partecipativi strategici rappresentano il punto di contatto rispetto al processo di Agenda 21 Locale in atto e consentiranno l'integrazione e lo scambio di tutto il know-how acquisito nel processo di Agenda 21 Locale con gli elementi più tecnico-metodologici che emergeranno nel corso di MOSEF.
Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
Provincia di Lecco
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
0
Mobilità, Strategie partecipate e integrate
12/11/04
18
€ 60.000
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 euro 42.000
Alberto Valsecchi
None
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.