Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Grottaferrata / MAREB - CASTELLI SOSTENIBILI

MAREB - CASTELLI SOSTENIBILI

Il Comune di Grottaferrata ha deliberato l'istituzione dell'ufficio Agenda 21 e la definizione di un Piano d'azione locale condiviso per il territorio comunale con l'avvio di una consultazione su cinque aree tematiche: Mobilità, acque, rifiuti, conservazione della biodiversità, salvaguardia dell'eredità storico culturale, scelte in base ad una iniziale individuazione delle criticità e dei punti di forza del territorio comunale. Per attuare tale deliberazione si fa richiesta di un co-finanziamento per un progetto che prevede tre azioni parallele: 1. azione organizzativa/informativa interna all'Amministrazione su A21, finalizzata alla predisposizione degli strumenti e delle competenze necessarie per gestire il processo A21L; 2. la costituzione di un Forum cittadino che definisca, nel breve termine, obiettivi, strategie, linee d'azione condivise, indicatori, target e strumenti di verifica, sui quali poter costruire il "PAL di Grottaferrata per un sviluppo locale sostenibile" riferito alle cinque aree critiche; 3. l'avvio, parallelamente alla consultazione, di un progetto pilota dimostrativo, fondato sulla partecipazione attiva della comunità locale in ordine al compostaggio per la riduzione della parte umida dei rifiuti. Risultati attesi: 1. definizione di un documento di indirizzo condiviso di PAL; 2. avvio di una prassi partecipata di compostaggio - riuso della biomassa - a livello domestico da estendere sia entro il territorio comunale di Grottaferrata che attraverso accordi ai Comuni adiacenti.
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L - 2000 -
ARPA Lazio,Consorzio G.A.I.A.
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comuni (più di uno)
Rifiuti, Energia, Strategie partecipate e integrate
06/11/01
18
€ 129.114
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente del 60% pari a 77.468,53 euro
Angelo Viticchiè
No file
No file
No file
No file
archiviato sotto: ,
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.