Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Genova / progetto CARAVEL

progetto CARAVEL

Il progetto, inserito nell'iniziativa Civitas, ha come partner le città di Genova - leader -, Cracovia, Burgos e Stoccarda. Queste realtà urbane hanno deciso di creare una nuova cultura per la realizzazione di forme di mobilità non inquinanti nelle città europee a sostegno di uno sviluppo sostenibile, del benessere dei cittadini e di un accesso sicuro per tutti. Il programma di lavoro abbraccia tutti gli otto campi delle politiche CIVITAS con un pacchetto di misure estremamente innovative. Iniziative dimostrative su larga scala con una notevole capacità di impatto: •Nel centro storico di Genova e di Cracovia - circa 400.000 m2 - saranno ulteriormente ampliate e rafforzate le limitazioni di accesso, che a Burgos - circa 400.000 m2 - e a Stoccarda saranno introdotte ex-novo. •Genova metterà a punto una strategia integrata di tariffazione e limitazione dell'accesso - 2,5 km² in centro città già interessati dall'applicazione pilota precedente ed estensione a un'area finora non interessata dal provvedimento -. Dimostrazione dell'uso di veicoli non inquinanti per il trasporto di merci, di trasporti pubblici di alto volume e di servizi flessibili: •Genova: 20 autobus ecologici EURO IV di grandi dimensioni impiegati in corsie ad alta mobilità, 30 autobus a metano di medie dimensioni destinati a servizi flessibili e nel centro storico, 30 veicoli ibridi da adibire a servizi di car sharing e veicoli elettrici come autobus e furgoni per le consegne. •Cracovia: 100 autobus di grandi dimensioni e 5 autobus CNG di piccole dimensioni destinati ai servizi a richiesta. •Burgos: 8 autobus CNG, 5% di utilizzo di biocarburanti per il parco di mezzi a gasolio e 3 furgoni ecologici. •Estensione dell'uso di furgoni elettrici o a metano da parte del centro pilota di distribuzione delle merci di Genova; applicazione del concetto a Cracovia e probabilmente anche a Burgos, che limiteranno l'accesso ai soli furgoni ecologici. Misure che esercitano un forte impatto sulla ripartizione modale nelle città e sulla limitazione dell'uso di vetture private: •"Corsie ecologiche ad alta mobilità" a Genova - dove gli autobus hanno la priorità in corrispondenza di 12 semafori - e a Cracovia - dove esistono 2 fermate con configurazione di alta qualità - e "Zona pulita" a Burgos. •Miglioramento del sistema informativo a Genova - traffico intermodale, servizi di informazione sui percorsi e servizi telematici di informazione sulla viabilità e sui viaggi - TTI -, a Cracovia - piattaforma di infomobilità -, a Burgos - 10 schermi a sfioramento per il car pooling e 5 per le informazioni sui trasporti e 20 pannelli informativi elettronici alle fermate - e a Stoccarda. •Promozione della "cultura della bicicletta" a Burgos - gli attuali 15 km di piste ciclabili saranno estesi fino a 38 km - e a Cracovia - 35 km di piste ciclabili già esistenti e acquisto di 100 biciclette di proprietà comunale destinate al noleggio -. Pubblicità e programmi che mirano ad aumentare la consapevolezza: •Forum sulla mobilità a Genova, Burgos e Cracovia. •Marketing relativo alla mobilità a Genova e Cracovia - compresi gli ?CO punti -. In tutte e quattro le città è assicurato un adeguato supporto politico. Le 55 misure politiche proposte si attengono alle priorità dell'agenda relativa alla mobilità urbana non inquinante e sostengono in modo diretto le relative politiche dell'UE. Completano questo progetto innovativo le misure correlate all'innovazione, alla formazione e alla gestione.

Cracovia, Burgos, Stoccarda
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comune
Mobilità
01/06/00
48
UE
Cofinanziamento di 13.190.000 euro del Programma Civitas
Vito Maria Contursi
http://www.caravel-genova.it/
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.