Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Firenze / Rete delle Agende 21 della Toscana

Rete delle Agende 21 della Toscana

La Rete delle Agende 21 locali della Toscana è stata istituita per il perseguimento dei seguenti obbiettivi: 1. collaborare con le Amministrazioni ed Enti aderenti alla Rete per rendere più efficace e rapido il processo di applicazione dei principi di Sviluppo Sostenibile attraverso l'Agenda 21 locale, con particolare riferimento all'ambito economico, ambientale e sociale attraverso percorsi partecipativi; 2. favorire l'aumento del numero di amministrazioni ed Enti che applicano i principi dello Sviluppo Sostenibile; 3. Ricercare un possibile modello toscano di Sviluppo Sostenibile attraverso la valorizzazione delle identità e delle vocazioni espressa dal territorio.Per il raggiungimento degli obbiettivi la Rete si prefigge di: 1. favorire e potenziare lo scambio di informazioni sui temi relativi all'Agenda 21 Locale tra gli Enti; 2. monitorare e valorizzare le buone pratiche e le esperienze di Agenda 21 locale sul territorio regionale; 3. facilitare e promuovere occasioni per la costituzione di partenariati su progetti di agenda 21 locale e eventuali candidature delle Amministrazioni aderenti a progetti comunitari e iniziative regionali, nazionali e internazionali; 4. favorire momenti formativi per amministratori e responsabili negli Enti locali ed incentivare la formazione di nuove figure professionali per lo sviluppo sostenibile; 5. attivare iniziative promozionali e culturali di diffusione dei principi della sostenibilità; 6. contribuire alla determinazione di indicazioni ed orientamenti per la formulazione di piani di settore e di programmi regionali; 7. svolgere ogni altra attività ed iniziativa utile a promuovere e coordinare processi di Agenda 21 locale come strumento per realizzare uno sviluppo sostenibile.Al momento l'adesione alla RETE non prevede costi associativi
Il Comune di Firenze attualmente svolge, tramite l'ufficio Città Sostenibile, le funzioni di segreteria organizzativa e di promozione delle attività, in accordo con la Regione Toscana. La Regione Toscana ne finanzia le attività.
Comune di Firenze e Regione Toscana, unitamente agli aderenti: Province, Comunità Montane, Circondari, Enti Parco, Comuni.
Territorio regionale
Oltre 1.000.000 abitanti
0
Strategie partecipate e integrate
06/04/05
0
€ 0
0
LIFE
None
Riccardo Pozzi
http://news.comune.fi.it/agende21toscana/
No file
No file
No file
No file
archiviato sotto: ,
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.