Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Ferrara / XVIII Corso di aggiornamento sul giardino storico "Giuliana Baldan Zenoni-Politeo" - 2008 - Aspetti letterari, storici, filosofici, architettonici, botanici e ambientali. Paesaggi urbani nella città che cambia - Università degli studi di Padova

XVIII Corso di aggiornamento sul giardino storico "Giuliana Baldan Zenoni-Politeo" - 2008 - Aspetti letterari, storici, filosofici, architettonici, botanici e ambientali. Paesaggi urbani nella città che cambia - Università degli studi di Padova

L'Università degli Studi di Padova, sensibile all'esigenza di promuovere un collegamento tra il mondo dello studio e della ricerca scientifica e quello della società civile, ospita dal 1991, presso il Dipartimento di Biologia - Orto Botanico, i Corsi annuali di aggiornamento interdisciplinare sul giardino e il paesaggio, organizzati dal Gruppo Giardino Storico dell'Università di Padova. Si tratta di un'attività di formazione, la prima in Italia nel suo genere, il cui scopo è creare una coscienza paesaggistica. I programmi di 20 anni di Corsi sono la testimonianza di un lavoro di approfondimento che ha portato alla consapevolezza della necessità di tutelare non solo il giardino, ma anche il contesto paesaggistico in cui esso è inserito. Dai paesaggi eccezionali l'attenzione si è gradualmente spostata sui paesaggi quotidiani, dove intervenire per una migliore qualità di vita degli abitanti.

I Corsi sono rivolti a insegnanti, tecnici ed esperti del settore, studenti, proprietari di giardini, appassionati. Oltre alle lezioni teoriche di docenti italiani e stranieri, sono previste tavole rotonde, seminari, visite a giardini e paesaggi, storici e contemporanei.

Il Corso si è proposto quindi di aprire una discussione sulla città moderna, affrontando le problematiche del paesaggio urbano contemporaneo. Nonostante gli sconvolgimenti climatici e il rischio ambientale, un boom edilizio senza precedenti coinvolge tutto il pianeta. Da Londra alla Cina, da New York agli Emirati Arabi, da Milano a Napoli, nel nostro Veneto, vi è ormai un unico grande cantiere. Tutte le star dell'architettura contemporanea sono al lavoro per segnare con inequivocabili icone lo skyline delle megalopoli. Ma, al di là di questa nuova architettura-spettacolo, che cosa è oggi la città per noi? Come orientarsi verso un'architettura che tenga conto della fragilità della Terra? Esiste la possibilità di un 'fare' urbano, più attento alla qualità degli spazi, che possa migliorare i nostri luoghi di vita? Quali sono i ruoli dell'architetto, del paesaggista, dell'ingegnere nel destino delle città? Come far dialogare le costruzioni con il paesaggio all'intorno? Come conciliare la contemporaneità con la tradizione? Come fare emergere la voce del luogo? Sono queste alcune delle domande a cui si è cercato di dare una risposta negli incontri padovani che hanno toccato aspetti storico-filosofici, architettonici, economici, estetici, letterari e botanici.

L'argomento proposto dal corso è stato percepito anche come un incontro diretto con la realtà dei paesaggi urbani ordinari, di luoghi non mitici in cui si dispiegano le attività quotidiane degli abitanti. L'aspetto della vita, vista dall'interno, infatti rimane spesso il volto nascosto del paesaggio urbano e per questo gli interventi si sono soffermati sull'importanza che gli abitanti diventino soggetti attivi nella progettazione del proprio territorio.

Progetto selezionato per la Categoria C - Esperienze di sensibilizzazione e Formazione - nell'ambito della III Edizione del Premio del Paesaggio
Territorio regionale
Regione
Territorio e Paesaggio
15/11/05
4
€ 8.000
Fondi propri
quote associative 2008
Antonella Pietrogrande
http://www.giardinostoricounivpadova.it/
993_304.pdf — 6254 KB
No file
No file
No file
Navigazione
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.