Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Ferrara / Metrominuto Ferrara

Metrominuto Ferrara

Perché metrominuto Ferrara? Ferrara è una città di medie dimensioni e il suo centro storico è percorribile a piedi in un tempo relativamente breve. E allora perché non valutare se un percorso è conveniente farlo a piedi piuttosto che con l’automobile evitando di cercare il parcheggio? Perché attendere l’autobus se il tragitto che devo fare posso percorrerlo in 25/20 minuti?
Seguendo l'esempio del Comune di Pontevedra (Spagna) e in coerenza con le politiche regionali e comunali di promozione della mobilità sostenibile e sicura, dell’educazione alla sostenibilità e della salute si è voluto realizzare una mappa pedonale “analoga a quelle dei trasporti pubblici” che riporta le informazioni su distanze a piedi e tempi di percorrenza tra luoghi di interesse della città, dove quelli più rappresentativi vengono presentati come delle “fermate” su una rete pedonale, connessa a varie “linee” pedonali.
Il progetto “metrominuto Ferrara” mira a rimuovere anche gli ostacoli dell’incertezza riguardo alla distanza e ai tempi di percorrenza, che può indurre le persone a non spostarsi a piedi; la conoscenza a priori delle distanze ne renderà l’esplorazione molto più divertente e rilassante con l’obiettivo di aumentare il livello degli spostamenti pedonali facilitandone la mobilità;
Tenuto conto della significativa importanza delle informazioni sui viaggi, specialmente per gli utenti dei trasporti pubblici, con questo progetto si vuole estendere questo servizio ai pedoni, considerandoli come un bene primario del sistema di mobilità cittadino.
Lo scopo di questa mappa è sensibilizzare i cittadini ad una nuova cultura della mobilità che ribalti l’ordine nella priorità dell’utilizzo e nel valore dei mezzi di trasporto, che oggi inizia dall’automobile per finire ai piedi che si usano quando proprio non se ne può fare a meno. Prendere coscienza che le grandi sfide ambientali che dobbiamo affrontare, ma anche la stessa convenienza individuale, rendono necessario invertire la sequenza, rimettendo alla base la mobilità pedonale, seguita, in ordine, da quella ciclabile, dal mezzo pubblico, dal mezzo privato nella modalità car sharing e car pooling e solo per ultimo dall’uso individuale dell’automobile privata.
Camminare fa bene alla salute, ma anche all’ambiente e all’aria. Camminare giova allo spirito e perfino all’umore. Fa bene al cielo malato di smog e di effetto serra. Senza contare che il ritmo dei passi accompagna alla perfezione quello dello sguardo, che ha così tempo di osservare, guardare, esplorare ciò che incrocia o circonda il nostro cammino, e di creare rapporti di vicinanza e sicurezza con le persone e la città.
La mappa "metrominuto Ferrara" viene diffusa nelle scuole attraverso il progetto Siamo nati per camminare.

 

 

Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comune
Mobilità
01/01/16
2
1.281
Regione Emilia Romagna

Il progetto è stato finanziato dalla Regione Emilia Romagna attraverso i Fondi regionali in attuazione al Programma di informazione ed educazione alla sostenibilità.

Valentina Caroli
idea@comune.fe.it
http://servizi.comune.fe.it/index.phtml?id=7679
metrominuto_2016_web.pdf — 592 KB
No file
No file
No file
Navigazione
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.