Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Cuneo / Mobilità Cittadina - Comune di Cuneo

Mobilità Cittadina - Comune di Cuneo

Il comune di Cuneo ha intrapreso, da tempo, un percorso attuativo di interventi sulla mobilità cittadina da realizzarsi a breve, medio e lungo termine.

Con specifica DGC n. 97 del 6 maggio 2003 veniva approvato il documento “Riflessioni e proposte sulla mobilità cittadina e istituzione Gruppo tecnico per la mobilità cittadina” costituente la proposta per un nuovo sistema di mobilità cittadina.

A partire da questo documento, sono stati approvati e avviati ulteriori atti di pianificazione e programmazione e iniziati diversi interventi strutturali sulla mobilità:

Inoltre  considerato il fatto che la qualità ambientale di un progetto non è sufficiente da sola per garantirne il successo e la condivisione da parte dei cittadini e degli operatori economici interessati e che tutte le trasformazioni, tutti i cambiamenti, sono di per sé stessi dei fattori di disturbo che, per essere accettati, devono essere spiegati e motivati - sono state effettuate diverse campagne di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile e campagne connesse ad avvio di specifiche iniziative (ztl centro storico, bicincittà, incentivazione uso parcheggi di scambio, avvio nuovo servizio di trasporto pubblico locale) e intraprese attività di Mobility management.

Altra iniziativa che rientra nell’ambito della mobilità è stata la realizzazione dell’ascensore panoramico aperto al pubblico il 16 giugno 2009  che collega gratuitamente in pochi minuti l'ampio parcheggio (a sosta libera) degli impianti sportivi del Parco della Gioventù a Piazza Galimberti, trasportando fino a 26 persone per corsa. Oltre ad incentivare gli spostamenti a piedi in Cuneo, l’impianto favorisce l’interscambio tra auto e bicicletta che può essere caricata in cabina.

E’ stato realizzato  il progetto il Movicentro di Cuneo che prevede la realizzazione di una stazione per autobus, treni, automobili private e biciclette collocata a fianco dell’attuale stazione ferroviaria. Il progetto e la realizzazione del Movicentro sono stati condotti dal Settore Lavori Pubblici così come la procedura di project financing per la realizzazione di un parcheggio multipiano sempre nell’area prospiciente la stazione ferroviaria.

L’Amministrazione Comunale di Cuneo ha promosso inoltre l’avvio di una serie di iniziative a favore della mobilità ciclistica nella Città, come elemento fondamentale del più ampio programma d’azione volto a realizzare una mobilità cittadina più snella e sostenibile. Come, ad esempio, l’istituzione dell’ufficio Biciclette del Comune, l’ideazione e successiva implementazione del sistema di bike-sharing “Bicincittà” che molte città italiane hanno successivamente adottato, l’incremento delle rastrelliere e posti bici che ha portato ad un’offerta di posti bici pari a circa 1'350, la creazione di diverse animazioni (Bimbimbici) e attività didattiche.

Per tre anni consecutivi è stata organizzata a Cuneo  la terza edizione del “Bike To Work Day”, evento organizzato dall’ Associazione +eventi, con la collaborazione del Parco fluviale Gesso e Stura e il patrocinio del Comune di Cuneo.

 Si evidenzia, ancora, che nel corso del 2012 il Comune di Cuneo ha aderito alla “Carta delle città in Bici” promossa dal Coordinamento Agende 21 Locali Italiane.

Attualmente sono presenti sul territorio del Comune di Cuneo 19.4 km di piste ciclabili urbane, oltre 18.3 km di piste ciclabili presenti nel verde del Parco fluviale Gesso e Stura.

Nell’estate 2012, è stata avviata una campagna di monitoraggio dei flussi di traffico lungo le piste ciclabili cittadine che permetterà nei prossimi anni di monitorare i flussi di pedoni e biciclette che vi transitano, in modo da avere una chiara fotografia dell’utilizzo che i cittadini fanno di tali infrastrutture.

Il comune di Cuneo predisposto un Protocollo d’intesa con diversi Comuni, stilato a seguito di una valutazione strategica di itinerari cicloturistici, al fine di creare una rete cicloturistica del cuneese con percorsi articolati e differenti. Nell’autunno del 2011 è stato approvato il progetto per la relativa realizzazione.

Nell’autunno del 2012, mediante il finanziamento effettuato dalla Regione Piemonte, è stato avviato il processo necessario alla redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) della città di Cuneo.

Ad inizio 2013 l’Amministrazione comunale, sensibile da sempre alle tematiche legate alla mobilità ciclistica e seppur non coinvolta direttamente, ha manifestato il proprio interesse al progetto denominato VenTo «In bicicletta da Venezia a Torino lungo il fiume Po passando per EXPO 2015».

Nel corso dell’anno 2014 e nei primi mesi del 2015, l’Amministrazione comunale ha effettuato un’analisi dei 4 assi individuati sia sulla base dei ragionamenti scaturiti dal confronto effettuato con tutti i portatori di interesse sia sulla base dei risultati emersi dall’attività del gruppo di lavoro tecnico, con l’obiettivo di arrivare ad un documento conclusivo – il cosiddetto Piano Urbano della Mobilità Sostenibile – che darà gli obiettivi e gli indirizzi nel campo della mobilità sostenibile per i prossimi 10-15 anni. Nel 2015 si provvederà alla divulgazione completa dei risultati raggiunti.

Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Mobilità
Marco Piacenza
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.