Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Cinisello Balsamo / PACIBA - Piano d'Azione di Cinisello Balsamo

PACIBA - Piano d'Azione di Cinisello Balsamo

Il progetto PACIBA consente di completare un primo ciclo del processo di Agenda 21 locale di Cinisello Balsamo giungendo alla definizione dettagliata del piano di azione, condiviso con gli stakeholder e strutturato in target, tempi, modalità e fasi di lavoro. La peculiarità della metodologia adottata per la stesura del piano (attraverso l'analisi SWOT) e la sua successiva articolazione dettagliata in piano di lavoro (utilizzando lo strumento del Logical Framework) consentirà l'elaborazione di un piano concreto e realizzabile, capace di coinvolgere nella sua attuazione il complesso dell'amministrazione, i diversi soggetti istituzionali e privati coinvolti nell'attuazione dei progetti di sviluppo previsti, gli stakeholder della cittxc3xa0, alcuni dei quali si sono già resi disponibili a sostenere il progetto sotto forma di partenariato.
Gli obiettivi principali del progetto prevedono:
- definizione di un piano di azione validamente supportato dal punto di vista tecnico-scientifico-amministrativo e nel contempo coerente con gli obiettivi di azione ambientale formulati dal Forum cittadino,
- la sperimentazione di strumenti innovativi di pianificazione partecipativa esportabili in altri contesti e utilizzabili dall'amministrazione per le normali pratiche di programmazione strategica territoriale;
- la promozione e la diffusione presso tutti i cittadini del piano di azione e dei risultati conseguiti dal lavoro del Forum per supportare l'adozione e lo sviluppo del piano di azione.
Sinteticamente il progetto prevede 3 fasi principali di lavoro:
1. elaborazione della prima bozza di piano d'azione a partire dagli obiettivi guida elaborati dal Forum;
2. condivisione con il Forum della bozza di piano d'azione elaborato dalla Segreteria Tecnica e presentazione del documento ai diversi organi dell'amministrazione;
3. definizione di dettaglio del piano di lavoro e diffusione dei risultati.

Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
Creda Onlus di Monza
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
Comune
Strategie partecipate e integrate
01/12/05
6
€ 59.000
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 euro 31.000
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.