Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Casagiove / CASVISO - Comune di Casagiove Sviluppo Sostenibile

CASVISO - Comune di Casagiove Sviluppo Sostenibile

Il progetto CASVISO - CAsagiove SVIluppo SOstenibile - si propone di cogliere l'opportunità offerta dal bando ministeriale per dare continuità e più ampio respiro alla linea di azione già intrapresa dal Comune nel senso della sussidiarietà e della responsabilità condivisa. Infatti le risorse fornite consentiranno all'Amministrazione Comunale innanzitutto di dotarsi di strumenti utili per l'attività di programmazione, - quali il Quadro delle Competenze e il Rapporto sullo Stato dell'Ambiente - e di strutture moderne ed innovative orientate al controllo degli aspetti ambientali - l'Osservatorio Ambientale Comunale -. Ma soprattutto esse forniranno l'occasione per sperimentare nuove ed avanzate forme di comunicazione e di partecipazione dei cittadini sviluppando quel senso di appartenenza alla comunità, "conditio sine qua non" per ogni prospettiva di miglioramento della qualità della vita e di salvaguardia dell'eco-sistema. La missione del progetto "CASVISO" sarà, quindi, quello prendere in considerazione l'insieme delle prospettive di sviluppo dell'area amministrata dal Comune di Casagiove, in una logica di integrazione, avendo come obiettivo la sostenibilità delle scelte, anche sul lungo periodo, mediante l'attivazione di un processo di Agenda 21 Locale. In quest'ottica il progetto "CASVISO" si fonda sui seguenti elementi distintivi: a - Creazione di condizioni di consenso civico sulle decisioni inerenti il futuro della comunità mediante l'organizzazione di incontri mirati - Attività A.2.1.1 -. Strumenti che si utilizzeranno anche per sedimentareiniziative di partenariato tra soggetti pubblici e privati su alcune iniziative di interesse per il territorio comunale e per la cittadinanza. b - Coinvolgimento delle donne a tutti i livelli, da quelli inerenti la pianificazione strategica a quelli semplicemente di animazione sociale - vedi Azione A.2.1 -, e, garantendo comunque a tutte le frange sociali meno favorite la piena rappresentatività, in applicazione dei principi sulle Pari Opportunità. c - Pianificazione della comunicazione mediante una apposita azione programmata - Azione A.2.3 - in modo da rendere più efficaci ed efficienti le iniziative promozionali, e assicurare la massima divulgazione dell'iniziativa ed il trasferimento della metodologia di lavoro e dei risultati in altre realtà, anche attraverso l'edizione di volumi e manuali illustrativi di "best-practice". d - Integrazione con i programmi regionali, ed in particolare con i POR 2000-2006 e le Misure dell'Asse I "Risorse Naturali" e dell'Asse II " Risorse Culturali" - Vedi Azione A.2.4 -. e - Piena valorizzazione per i fini progettuali dei beni e delle pratiche esistenti, in particolare attrezzando le infrastrutture esistenti - Attività A.2.2.2 - e rifocalizzando i mezzi di comunicazione già utilizzati - Attività A.2.3.1 -. Il progetto si svilupperà su un arco temporale di 15 mesi con un impiego totale, in termini di risorse umane, di 11 addetti per 811 giorni uomo, di cui 295 di assistenza esterna. L'iniziativa si svilupperà in 3 Linee di Azione, illustrate nell'Allegato 2 del presente progetto, ognuna articolata in Azioni, ciascuna delle quali ulteriormente dettagliata in Attività.
Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
Istituto per lo studio e la cura del diabete laboratorio di analisi cliniche S.a.s. - cofinanziatore -; Direzione Didattica Statale - Scuola Materna ed Elementare -di Casagiove;\nScuola Media Statale "G. Pascoli" di Casagiove; C.I.F. Centro Italiano Femminile Sez. di Casagiove; Associazione "Don Tonino Bello" di Casagiove; Legambiente Sez. di Casagiove; WWF Italia Sez. di Caserta
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
0
Strategie partecipate e integrate
15/12/04
15
€ 150.250
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 euro 104.568,70
Antonio Manca
None
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.