Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Bologna / GAIA Green Areas Inner City Agreement e GAIA Forestazione urbana

GAIA Green Areas Inner City Agreement e GAIA Forestazione urbana

Il progetto GAIA - Green Area Inner City Agreement è stato sviluppato tra il 2010 ed il 2013 nel territorio del Comune di Bologna grazie al contributo del programma LIFE + della Commissione europea. Il progetto, volto a incrementare le aree verdi di Bologna attraverso la piantagione di nuovi alberi con l'obiettivo di contrastare i cambiamenti climatici, migliorare la qualità dell'aria e l'ambiente urbano, è stato promosso dal Comune di Bologna nel ruolo di capofila e ha visto la partecipazione in qualità di partner di Cittalia – Fondazione Anci Ricerche, Impronta Etica, Istituto di Biometeorologia del CNR e di Unindustria Bologna.

Le attività iniziate nell’ambito del progetto Life sono proseguite con il progetto GAIA-forestazione urbana.

L’obiettivo è contrastare i cambiamenti climatici attraverso la piantagione di alberi direttamente sul territorio comunale. Il verde urbano può portare grandi benefici in termini di mitigazione e adattamento alle emissioni climalteranti grazie alle funzioni biologiche delle piante, che permettono l'assorbimento della CO2 e la depurazione dell'aria dagli inquinanti, contrastando l’effetto “isola di calore” tipico delle città. Non solo, l’attività di forestazione urbana contribuisce a riqualificare e migliorare la vivibilità dell’ambiente urbano, con ricadute positive di carattere sociale e relazionale.

GAIA prevede il coinvolgimento attivo delle imprese e delle associazioni del territorio, che attraverso la sottoscrizione di un protocollo d'intesa con il Comune di Bologna sono invitate a compensare le proprie emissioni attraverso un contributo per la piantagione di nuovi alberi in città. Il progetto GAIA è un innovativo esempio di partnership pubblico privato, uno strumento di governance nuovo e di successo nella realizzazione di politiche pubbliche di sviluppo locale. La partnership GAIA si fonda principalmente su tre strumenti: un protocollo d'intesa e 3 allegati tecnici (aree, specie arboree e piano di comunicazione) oltre ad uno strumento che permette di calcolare la CO2 prodotta dalle attività o ramo di attività delle imprese.

Cittalia - Fondazione Anci Ricerche, Impronta Etica, Istituto di Biometeorologia - CNR e Unindustria Bologna
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comune
Territorio e Paesaggio
10/10/10
30
1.202.000
UE
LIFE

Cofinanziamento totale dell'Unione Europea: 600.000€
Cofinanziamento del Comune di Bologna: 250.000€

ambientecomune@comune.bologna.it
http://www.lifegaia.eu/
GAIA_LAYMAN.pdf — 1098 KB
GAIA_AfterLIFE.pdf — 433 KB
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.