Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Arese / S.A.B.R.I.N.A. - Sviluppo Ambientale per il Benessere e il Recupero Industriale della Nuova Aresium

S.A.B.R.I.N.A. - Sviluppo Ambientale per il Benessere e il Recupero Industriale della Nuova Aresium

Il Comune di Arese è al centro di grandi trasformazioni che, se non ben gestite, possono accrescere le criticità ambientali e sociali già presenti. Tale situazione risulta confermata dall'inserimento, attuato nell'ambito dell'Unione Europea, di gran parte del territorio nelle aree di crisi dell'Obiettivo 2 - 2000-2006 - per i comuni a Sostegno Transitorio. Gli elementi più rilevanti sono il polo esterno della Fiera di Milano per la realizzazione nelle aree circostanti di servizi di supporto e l'area dell'ex Alfa Romeo per gli interventi di riqualificazione con la creazione di nuove opportunità di sviluppo e di occupazione, resi necessari dalla grave crisi dell'auto, causa per altro dell'attuale tensione sociale. In particolare la reindustrializzazione dell'Alfa Romeo, che verrà affrontata modificando l'Accordo di Programma approvato dalla Regione Lombardia nel 1997, si inserisce in un contesto locale come quello aresino ove il modello di Città Giardino si è consolidato nel corso degli anni. Questa situazione impone quindi da parte dell'Amministrazione l'avvio ad un progetto organico di sviluppo sostenibile, quale Agenda 21, che possa far coesistere due realtà apparentemente contraddittorie. Il progetto prevedrà l'iniziale individuazione degli attori locali, interni ed esterni all'Enti, e al loro coinvolgimento finalizzato all'accrescimento della consapevolezza collettiva del processo di Agenda 21 e dello Sviluppo Sostenibile - Obiettivo1 -. Le azioni che pertanto saranno previste riguarderanno l'organiz-zazione di una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza in modo da creare una simbiosi fra il sentire della P.A. e le esigenze avvertite a livello di comunità. S'intende quindi promuovere iniziative culturali ed informative che vedranno coinvolti l'intera cittadinanza con conferenze e tavole rotonde su una serie di criticità presenti sul territorio destinate ai gruppi significativi della realtà sociale e culturale del nostro territorio. Sarà avviato inoltre un progetto per l'utilizzo dei modelli di contabilità fisica della Provincia di Milano e per la predisposizione di un quadro diagnostico dell'ambiente, che fornirà la rappresentazione reale dello Stato dell'Ambiente, evidenziando in modo semplice e com-prensibile lo stato delle risorse, le componenti sensibili, le pressioni antropiche e le loro interconnessioni - Obiettivo 2 -. In particolare la lettura del contesto ambientale e territoriale, con le banche dati cartografiche, evidenzierà le problematiche ambientali/sociali su cui focalizzare l'attenzione per conseguenti azioni locali e consentirà di valutare le politiche "sostenibili" fin ora adottate. Il risultato derivante da queste azione sarà quello di massimizzare la diffusione delle informazioni ambientali e redarre una Relazione sullo Stato dell'Ambiente dinamico e interagente con le continue modificazioni in atto sul territorio. Al termine dei primi due obiettivi verrà costituito, come mezzo per il perseguimento di indirizzi comunitari e di strategie condivise di sviluppo locale sostenibile, il Forum permanente - Obiettivo 3 -. A tal proposito verranno specificati i partecipanti, saranno individuati gli strumenti più idonei per dar spazio nei forum alla massima rappresentatività della realtà locale, sarà regolata l'organizzazione, le convocazioni e la diffusione delle informazioni e caratterizzati i supporti organizzativi al suo funzionamento. L'attività del Forum si concretizzerà nell'analisi critica dei dati raccolti e saranno individuati i tavoli tematici per le successive discussioni e confronti.
Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
Provincia di Milano, Consorzio Idrico e di Tutela delle acque del Nord Milano, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Milano, Rotary Club Garbagnate Groane, Consorzio Parco Groane, Centro Salesiano, Parrocchia S.S. Pietro e Paolo / Par
Area urbana
Da 10.000 a 100.000 abitanti
0
Strategie partecipate e integrate
12/11/04
18
€ 214.283
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 ? 128.971,36
Sabina Malchiodi
None
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.