Tu sei qui: Home / Entra nella Banca Dati / Comune / Comune di Ancona / AnconA21

AnconA21

Il progetto AnconA21 prevede lo sviluppo del processo di Agenda 21 avviato dal Comune di Ancona nel 1999 con l'elaborazione del primo RSA, e proseguito con la convocazione e l'insediamento del forum permanente nello scorso giugno 2002. Il forum ha individuato 5 gruppi tematici, operativi a partire dai primi di settembre 2002: gruppo 1 - Città e Mare gruppo 2 - Produttori e Consumatori gruppo 3 - Qualità dell'ambiente gruppo 4 - In/formazione e comunicazione gruppo 5 - Ambiente e società Obiettivo generale del progetto è il miglioramento dei livelli di sostenibilità del sistema urbano nel suo complesso, e i risultati attesi in tempi medi - 5-10 anni - sono riferibili alla evoluzione positiva degli indicatori - e quindi delle componenti ambientali, sociali ed economiche interessate - definiti ed utilizzati nel corso delle attività - RSA di Ancona, Impronta Ecologica, set ICE -. Il progetto definisce per la città di Ancona uno scenario futuro che assume la sostenibilità come fattore di innovazione, promuove la sperimentazione di pratiche e procedure sostenibili in ambito locale, incentiva partnership e collaborazioni con operatori privati di tutti i settori, fino a uno stadio di evoluzione in cui la sostenibilità è fattore di governo e di mercato o, meglio, di governance locale. Tale evoluzione richiede in tempi brevi, vale a dire nei 18 mesi previsti dal progetto, la definizione e l'attuazione di un modello di sviluppo sostenibile locale per la città di Ancona, riferibile più nello specifico a due ambiti principali di attività: 1 Integrazione progressiva del set di strumenti di sviluppo sostenibile locale - A21, registrazione EMAS, contabilità ambientale per la valutazione, l'orientamento, il monitoraggio e il benchmarking della sostenibilità nelle procedure e negli strumenti decisionali del settore pubblico; 2 Incentivazione e sostegno a tutte le forme di partnership - locali e no - per la creazione di un mercato dell'innovazione sostenibile locale, sia di prodotto che di processo. Sulla base dei risultati acquisiti nelle fasi precedenti, il progetto AnconA21 prevede uno sviluppo progressivo di 3 attività - o macro-azioni - tra loro interdipendenti: 1.Elaborazione ed approvazione del Piano d'Azione Locale - Presentazione al Consiglio Comunale 2.Diffusione del Piano di Azione Locale in città e marketing - buone pratiche per il mercato sostenibile 3.Attività preliminari all'attuazione del Piano di Azione Locale - Strumenti per l'integrazione del PAL nelle procedure e negli strumenti di pianificazione dell'Amministrazione Comunale.
Bando Agenda 21 locale 2002 del Ministero dell'Ambiente
Cofinanziatori: Camera di Commercio di Ancona, AnconAmbiente s.p.a, Consorzio Gorgovivo Azienda Speciale, Gorgovivo Multiservizi s.p.a., Gruppo Garbage Service s.r.l. Altri partner: Università degli Studi di Ancona - Facoltà di Agraria, ISTAO - Istituto Adriano Olivetti di studi per la gestione dell'economia e delle imprese -, Assindustria -Ancona, Collegio Costruttori, Consorzio Parco del Conero
Area urbana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Comune
Strategie partecipate e integrate
12/11/04
18
€ 128.000
Ministero dell'Ambiente
Cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente Bando A21L 2002 euro 64.000
Pier Roberto Remitti
No file
No file
No file
No file
Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.