Montagna Maestra

 

Montagna Maestra è un progetto di educazione ambientale, realizzato dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus e finanziato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che ha come filo conduttore la montagna, svoltosi infatti in due Parchi Nazionali, caratterizzati principalmente da territorio montano: Parco Nazionale della Sila e Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.

La montagna è stata la protagonista indiscussa e ha rappresentato l'elemento principale attraverso cui i giovani partecipanti hanno preso coscienza degli ecosistemi naturali e compreso le relazioni, i punti di forza e di vulnerabilità, dove l'uomo diventa parte integrante del processo di protezione e conservazione.

La montagna come una maestra, di scuola e di vita che, a volte rigida e severa, può insegnare i valori più autentici del vivere in armonia con la natura e nel rispetto di essa. La montagna, che col suo silenzio e la sua maestosità è così lontana dal rumore e dagli spazi affollati della Città, è stato il riferimento educativo per avviare i giovani ad affrontare il futuro all'insegna della sostenibilità, con solide basi e puntando in alto verso il cielo, proprio come la montagna.

Il Progetto è stato realizzato dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus ed ha visto il coinvolgimento di quattro istituti scolastici, di cui due situati all'interno dei Parchi Nazionali: I.S. Margherita Hack di Cotronei (KR) e I.C. Benedetto Croce di Pescasseroli (AQ) e gli altri due in contesti urbani avulsi dal territorio montano: I.T.A. Vittorio Emanuele II di Catanzaro e il 21°C.D. Mameli Zuppetta di Napoli.

Ogni scuola all'interno del Parco si è "gemellata" con una scuola urbana e gli studenti hanno potuto vivere insieme l'ambiente del Parco acquisendo consapevolezza ed attenzione verso di esso, al fine di innescare processi di condivisione delle conoscenze, dei valori, delle attitudini e delle esperienze. Il progetto si è attuato attraverso un incontro a scuola, per introdurre e preparare gli studenti alle attività che svolgeranno, ma soprattutto sul campo con soggiorni educativi della durata di quattro giorni, in cui la natura ha rappresentato davvero il riferimento educativo principale con cui gli studenti hanno potuto sperimentare metodologie di apprendimento attivo, attraverso attività laboratoriali e la sperimentazione diretta di processi ecologici. Inoltre, vivere un'esperienza fortemente condivisa e a stretto contatto con la natura, ha significato scoprire l’altro da sé e riconoscere la rilevanza degli altri e dei loro bisogni, comprendere l’importanza di stabilire regole condivise, mettendo le basi verso un comportamento, rispettoso degli altri, della legalità, dell’ambiente e della natura. Montagna Maestra è stata una full immersion nella natura, tra boschi, laghi e vallate montane, in cui i giovani hanno acquisito o ritrovato il senso dello stupore e della bellezza per le cose semplici nella complessità dei sistemi naturali.

Il Progetto si è svolto con la collaborazione del Comando Carabinieri per la Tutela della Biodiversità e dei Parchi che ha apportato un grande valore aggiunto di conoscenza, legalità e protezione ambientale e con il patrocinio morale del Parco Nazionale della Sila e del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.

Il senso del progetto è racchiuso in questa frase di J. W. Goethe: "La montagna è una maestra muta che crea discepoli silenziosi" in cui ci auguriamo che i discepoli silenziosi siano in grado senza urlare di avere cura del proprio ambiente avendo vissuto un'esperienza educativa che ci auguriamo abbia lasciato un segno nelle proprie giovani vite.

- I.S. Margherita Hack di Cotronei (KR) - I.C. Benedetto Croce di Pescasseroli (AQ) - I.T.A. Vittorio Emanuele II di Catanzaro - 21°C.D. di Napoli - Carabinieri per la Biodiversità di Catanzaro
Area montana
Da 100.000 a 1.000.000 abitanti
Parco Nazionale
Strategie partecipate e integrate
01/03/19
6
31.684
Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Paola Masucci
https://www.gaiola.org/single-post/2019/06/23/Montagna-Maestra
No file
No file
No file
No file
Navigazione
Buone pratiche di economia circolare

La Piattaforma ICESP (Italian Circular Economy Stakeholder Platform) raccoglie una selezione delle buone pratiche di economia circolare inviate dagli stakeholder italiani impegnati sul tema, tra cui l'ISPRA.

Convenzione di Aarhus per l'accesso all'informazione ambientale

La Task Force on Access to Information dell'UNECE ha inserito GELSO tra i case studies on Electronic Information Tools per l'attuazione dell'art.5 della Convenzione di Aarhus.

Contest "Making Global Goals Local Practice"

Il Contest per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente si è concluso con la votazione dei progetti vincitori durante la Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week - ESDW).

Banche dati sulle buone pratiche

Selezione delle principali banche dati europee e italiane dedicate allo scambio di informazioni su progetti e buone pratiche.